Blog dello Spettacolo

22 Dic 2016

Attori e comparse: il valore dei titoli!

/
Pubblicato da
/
Commenti0
/

scuola-formazione-artistaUn titolo accademico, laurea o master, acquista valore non solo dal prestigio dell’Università che lo rilascia, ma anche dalla sua spendibilità legale o professionale. Queste condizioni raramente si verificano nello stesso momento.

Un centro formativo impiega molto tempo per dimostrare la solidità della sua proposta educativa e le competenze didattiche dei suoi docenti: la sua affermazione avviene quando gli allievi usciti dal quel centro si rivelano più preparati e capaci a svolgere le professioni in cui si sono diplomati. A quel punto la scuola acquisisce valore e le iscrizioni aumentano, ma è facile che questa nuova generazione di allievi non trovi più le condizioni che anni prima avevano garantito il successo alla precedente generazione.

Molti Istituti sopravvivono grazie alla fama acquisita, ma non sono più significativi. Tuttavia, il titolo acquisito in quel centro, può essere un valido biglietto di ingresso negli ambienti che si accontentano delle apparenze.

Un imprenditore, che crede in quello che fa e vuole il meglio, difficilmente si fa incantare dai pezzi di carta: i successi di tutte le grandi imprese umane, in qualsiasi campo, e tanto più in quello artistico, si fondano sulle qualità e capacità umane reali e non sulla “certificazione” di queste. Bisogna essere veramente stupidi per assegnare un incarico basandosi solamente su affermazioni dette o scritte! Ma è pur vero che soprattutto in Italia “certi pezzi di carta” garantiscono accessi lavorativi che rassicurano i genitori che sostengono, normalmente, gli studi dei figli.

E’ chiaro allora che diventa una scelta di campo o di vita… una scelta di valori di riferimento… una scelta di modelli: il posto sicuro (se c’è oggi un posto sicuro!) all’ombra dei potenti, il posto incerto al sole e alle intemperie. Il reddito economico o l’appoggio politico contro la libertà del nostro cuore.

Vi sono esseri umani che seguono la corrente e amano trovarsi in prima fila a guardare lo spettacolo… comparse.

Vi sono esseri umani che non seguono la corrente e amano trovarsi lì dove si fa lo spettacolo… attori.

I primi non amano rischiare e vogliono ottenere il massimo rendimento con il minimo sforzo. Intuiscono dove soffia il vento e sanno sempre trovarsi dalla parte giusta accompagnando costantemente i più forti: non hanno un progetto e si accontentano di apparire.

I secondi non cercano la sicurezza e sono abituati a sostenere grandi sforzi per ottenere i risultati in cui credono. Spesso si trovano a lottare contro abitudini e poteri diventando un problema: questi hanno un progetto da realizzare e non vogliono restare comparse.