Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è formato da almeno cinque membri nominati dall’Assemblea dei Soci e dura in carica tre anni. Al termine del mandato i consiglieri possono essere riconfermati. Attualmente il Direttivo, in carica da Settembre 2015, è formato da:

  • Sara Memore (Presidente)
  • Federica Carratù (Vice Presidente)
  • Enzo Pagano Mariano (Tesoriere)
  • Nives Bosca (Segretario)
  • Valentina D’Agnano (Consigliere)

Poteri

Il Consiglio Direttivo dirige l’Associazione ed ha la responsabilità generale del buon andamento degli affari sociali. Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e di straordinaria amministrazione dell’Associazione. Tale organo sociale può legittimamente compiere tutti quegli atti che rientrano nell’oggetto sociale e che si pongono in relazione di mezzo a fine rispetto al conseguimento dello scopo sociale.

Compiti

Il Consiglio Direttivo ha il compito di:

  • nominare, se non lo ha fatto l’Assemblea dei Soci, il Presidente del Consiglio Direttivo ed il Segretario dell’Associazione;
  • nominare, qualora lo ritenga necessario ai fini del raggiungimento degli scopi sociali, il Comitato Esecutivo;
  • predisporre i rendiconti finanziari preventivi e consuntivi da sottoporre all’Assemblea secondo le proposte della presidenza;
  • predisporre il regolamento dell’Associazione;
  • deliberare sulle domande di ammissione dei nuovi soci;
  • deliberare sull’attribuzione e sulla revoca della qualifica di socio onorario;
  • deliberare sulla decadenza e sull’esclusione dei soci;
  • tenere secondo le norme di una ordinata contabilità il libri soci;
  • procedere all’inizio di ogni anno sociale alla revisione degli elenchi dei soci per accertare la permanenza dei requisiti di ammissione di ciascun socio prendendo gli opportuni provvedimenti in caso contrario;
  • provvedere ad assegnare agli associati gli incarichi necessari per il perseguimento e la realizzazione delle finalità istituzionali dell’Associazione;
  • determinare annualmente le modalità di liquidazione del rimborso spese analitico o a piè di lista ai soci che prestano la loro opera in maniera volontaria, autonoma e gratuita per il raggiungimento delle finalità istituzionali dell’Associazione;
  • deliberare su ogni altra gestione, riguardante l’attività dell’Associazione e l’attuazione delle sue finalità, sottoposta al suo esame dell’Assemblea dei Soci, dal Comitato Esecutivo, dal Presidente del Consiglio Direttivo e/o dai revisori dei conti.

Il Consiglio Direttivo, nell’esercizio delle sue funzioni può avvalersi della collaborazione di commissioni consultive o di studio, nominate dal consiglio stesso, composte da soci e non soci.

Gratuità

Tutti i compiti del Direttivo sono svolti nello spirito del volontariato: il Socio non può chiedere retribuzione per lo svolgimento delle mansioni elencate nel precedente paragrafo.