Blog dello Spettacolo

24 Mag 2017

David Ashley entra nello staff della SFA

/
Pubblicato da
/
Commenti0
/

David Ashley entra nello staff della Scuola Formazione Attore di Torino.

In occasione del 3° Meeting Nazionale di Musical Theatre abbiamo avuto l’occasione di conoscere David Ashley e la sua filosofia artistica.
Ha iniziato giovanissimo la sua carriera al West-End e ha lavorato nelle principali produzioni: Cats, Les Miserables, Blood Brothers, Starlight Express, Dirty Blonde, Saucy Jack and the Space Vixens, Ziegfeld & Me e My Girl. Da 15 anni la sua carriera si è orientata all’insegnamento e ha collaborato con le più prestigiose accademie londinesi: The Royal Central School of Speech and Drama, Arts Educational Schools, London College of Music, London Studio Centre e Millennium Performing Arts.

Raramente, un importante curriculum come performer, si accompagna con capacità didattiche: stare continuamente al centro dell’attenzione aumenta smisuratamente l’ego degli artisti e quando poi vogliono insegnare credono che l’allievo possa imparare per osmosi, come toccando un totem. Diventare docente significa, invece, accompagnare la crescita di un altra persona, sapersi mettere al fianco.

“Ho imparato che un allievo deve fidarsi e mettersi a nudo con il suo insegnante, ma anche l’insegnante per poter avere una vera relazione educativa non deve temere di mettersi a nudo di fronte al suo allievo”

Così si è espresso in uno dei suoi interventi Dash, come ama farsi chiamare. Abbiamo trovato in queste parole tanta sapienza e immediata è stata la richiesta: vuoi, puoi entrare nel nostro staff, diventare insegnante della Scuola Formazione Attore? La risposta è stata immediata e positiva.

Ecco che dal prossimo anno accademico alla Scuola Formazione Attore di Torino si comincerà a respirare aria del West-End.

Grazie alla collaborazione in essere con l’ArtsEd già dal 2013 ha avuto inizio un progetto di formazione e aggiornamento dedicato agli insegnanti. Ora l’attenzione si sposta anche sugli allievi che hanno modo di avere come docente qui, in Italia, lo stesso insegnante che in Inghilterra prepara i migliori performer internazionali.

Per quella legge che un originale è sempre meglio della copia, cari giovani sappiate scegliere!

Lascia un commento