Blog dello Spettacolo

24 Dic 2016

Masterclass con Fabiola Ricci

/
Pubblicato da
/
Commenti0
/

Fabiola RicciIn occasione dell’inaugurazione del nuovo anno accademico 2016/2017, il 26-27 settembre Accademia dello Spettacolo offre una Masterclass gratuita con Fabiola Ricci presso la sede della Scuola Formazione Attore a Torino.

A chi
16-20 anni
Il pomeriggio di lunedì 26 settembre è dedicato ai giovanissimi 16-20 anni interessati ad esercitare le tre arti. Fabiola Ricci spiegherà che cosa si intende per musical performer e che implica sapersi esprimere con tutte e tre le arti sceniche: il canto, la danza e la recitazione.
18-25 anni
La giornata del 27 settembre è riservata a giovani 18-25 anni che hanno già acquisito una preparazione di base nelle tre arti. Giovani che stanno frequentando una scuola o si sono diplomati da poco ha l’occasione per verificare il proprio percorso formativo. In questo caso i partecipanti sono invitati a portare un pezzo da presentare nel corso della masterclass.

Come partecipare
É sufficiente compilare il modulo di candidatura che si trova a questa pagina:
Modulo di pre-iscrizione
Saranno accolti solo 15 allievi per ciascuna classe al fine di garantire un lavoro di qualità.

Contenuti della Masterclass
Parte Teorica
– Definizione di “Musical Theatre” e di “Performer di Musical Theatre”
– Musical Theatre: straordinaria macchina artistica e commerciale.
– Musical Theatre: genere teatrale, non musicale!
– Recitazione, canto e danza: il “Triple-Threat Performer e la necessità di un “unicum” sia drammaturgico sia performativo.
– Canto e danza nello stesso spettacolo bastano per creare un’opera di Musical Theatre?
– “Essere” e non “fare”.
– Unità corpo-voce e versatilità del Performer.
– Musical Theatre e film musicali: differenze sostanziali.
– Microfono nel Musical Theatre e il “Palco Muto”.
Parte Pratica
– La tecnica vocale nella recitazione e nel canto: Metodo VOICE ON STAGE.
– Lo strumento Corpo e lo strumento Voce: la verità nella finzione scenica.
– Lo stato emotivo dell’attore e lo stato emotivo del personaggio.
– Integrazione di canto e danza recitando un personaggio
.
– Importanza della pronuncia corretta.
– Belting, Legit e molto altro… le diverse vocalità, le diverse emissioni vocali nel Musical Theatre.
– Risonanza e vibrazione.
– Energia e presenza scenica del performer.
– Cantare mentre ci si muove o si danza senza fare “ballare” la voce.
– Come evitare l’affaticamento vocale ed essere in forma per l’intenso lavoro necessario in 8 repliche a settimana.

Fabiola Ricci
Debutta a 4 anni vincendo lo Zecchino d’Oro con la canzone “La Sveglia Birichina”. Studia canto, danza, e, da sempre, si divide, sul palcoscenico e in sala di registrazione, tra il pop, il jazz, il gospel, il funky, la musica antica, il musical theatre e il teatro di prosa. É laureata in lingue e letterature straniere presso l’Università di Bologna. Ha partecipato a vari programmi televisivi e radiofonici della RAI e ha registrato numerosi CD. É soprano solista di diverse formazioni gospel, spiritual e di repertorio classico, e lead singer in band funky, soul, jazz e a cappella. Tra alcune delle sue esperienze più significative il sestetto a cappella JAZZ’n JAM, con cui si esibisce in tutta Europa, condivide il palco anche con MIKE STERN e vince il premio Quartetto Cetra. Protagonista di diverse produzioni di musical theatre, tra cui “JESUS CHRIST SUPERSTAR”, “CATS”, “NO, NO, NANETTE”, “RENT”.  Fa parte della band FUNKY TRIBAL LOVERS e del quartetto pop e jazz femminile a cappella ALTA CUCINA. É protagonista di diverse produzioni del Teatro della Rabbia, tra cui “Rosa Di Ghiaccio”, in cui interpreta il ruolo di Romy Schneider e “Vecchi Tempi” di Harold Pinter, in cui interpreta il ruolo di Anna. Firma la regia di “The Rocky Horror Experience”, per la produzione Compagnia Teatro Giovani Torrita, e del Broadway Musical “The Wedding Singer”, prima nazionale della versione italiana, con le liriche di Franco Travaglio. Nel 2012 viene scelta dalla Mattel per dare la voce in inglese alla bambola Barbie nei corsi di inglese per bambini. Relatrice nel VI, VII e VIII convegno internazionale “La Voce Artistica”, direzione artistica Prof. Franco Fussi. Collabora con l’Istituto di Cultura Germanica Goethe Institut per gli spettacoli musicali e di Musical Theatre in lingua tedesca. Direttrice Artistica e Didattica dell’Accademia Toscana del Musical Theatre e dell’ACCADEMIA del MUSICAL di CASTROCARO.

Cantante, attrice, musical performer, voice trainer/vocal coach, drama teacher, regista, didatta. Parallelamente all’attività come performer, da oltre vent’anni insegna, in tutta Italia e all’estero, le discipline riguardanti il Musical Theatre, attraverso il metodo di propria creazione VOICE On STAGE, che parte dalla tecnica vocale e corporea, per arrivare all’interpretazione scenica e attoriale, allo scopo di formare il cosiddetto triple-threat performer, ovvero l’artista di Musical Theatre, in grado di interpretare sul palcoscenico un personaggio che recita, canta e danza allo stesso tempo. Tale metodologia è adatta a qualsiasi artista che utilizzi la voce e il corpo, non solo performer di Musical Theatre (l’artista completo nelle tre discipline canto, recitazione e danza), ma anche cantanti e attori. Il suo approccio didattico può definirsi di tipo olistico, perché considera l’individuo nella sua interezza, e la mentalità è quella della ricercatrice, perché oltre ad interessarsi di psicologia, psichiatria, neurologia (si diploma all’Università di Ferrara nel Corso di Perfezionamento “Musica e Musicoterapia in Neurologia”), logopedia, posturologia, letterature, culture e lingue straniere (in cui è laureata all’Università di Bologna) e in generale in ogni attività umana, sa che è necessario non smettere mai di studiare, per rimanere sempre aggiornati sulle novità nei vari ambiti e perché crede che la conoscenza debba essere uno degli obiettivi fondamentali di ogni essere umano.