fbpx

Progetto Formativo

Un progetto formativo è un quadro di riferimento in cui tutte le scelte operative hanno un senso e una funzionalità didattica precisa.
Scrivere un progetto formativo significa mettere in campo filosofia e pedagogia.
Il progetto formativo della SFA, risultato di uno studio e un’esperienza ormai trentennale del nostro direttore artistico Mario Restagno, è strutturato secondo il DADPL02 dell’AFAM.

Progetto Formativo della Scuola Formazione AttoreObiettivi formativi

Il percorso formativo prevede l’acquisizione dei seguenti requisiti:
a) padronanza e conoscenza dei propri strumenti vocali e fisici;
b) padronanza della lingua italiana e della sua pronuncia;
c) padronanza delle tecniche performative specifiche per il lavoro dell’attore;
d) capacità di esprimersi in modo globale attraverso la recitazione, il canto e la danza;
e) duttilità rispetto ai diversi ambiti di attività e mezzi di comunicazione: teatro, cinema, televisione, spettacolo di strada e altre forme;
f) acquisire una pedagogia per insegnare arti sceniche a bambini, ragazzi e adolescenti;
g) conoscenza della storia del teatro e del cinema;
h) conoscenza di una lingua inglese;
i) preparazione per affrontare un percorso formativo di secondo livello.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente opportunità di lavoro nei seguenti ambiti:
a) teatro di prosa, di ricerca e di tradizione;
b) produzioni cinematografiche, televisive e radiofoniche;
c) spettacolo dal vivo in tutte le sue forme e in particolare il teatro musicale;
d) teatro di animazione nelle scuole;
e) teatro nel sociale e in azienda;
f) doppiaggio;
g) progettazione ed organizzazione di eventi culturali;
h) animazione nel settore turistico.

Progetto Formativo della Scuola Formazione Attore

Descittori di Dublino

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio.

1) Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Conoscenza di se stessi e del proprio stato affettivo.
Conoscenza delle motivazioni che spingono ad intraprendere una carriera nel campo artistico.
Conoscenza delle proprie qualità performative e dei propri limiti.
Conoscenza del mestiere attoriale e delle sue funzioni all’interno di una produzione.
Conoscenza dei principali temi della storia del teatro e del cinema.
Conoscenza del mondo dello spettacolo e delle sue regole di ingaggio.
Conoscenze amministrative per iniziare un’attività professionale nel settore dello spettacolo.
Capacità di distinguere il piano personale da quello professionale/lavorativo.
Capacità di comprendere gli stati emotivi dei colleghi coinvolti nello stesso progetto.
Capacità di comprendere un testo destinato alla rappresentazione teatrale o cinematografica.
Capacità di comprendere le problematiche di una produzione nel campo dello spettacolo e sapersi inserire come elemento di soluzione.
Acquisire la consapevolezza che un artista è una persona in formazione continua.

scuola formazione attore

2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Padroneggiare le tecniche attoriali e le competenze acquisite.
Sostenere ritmi intensi di prove e tensioni emotive importanti.
Mettere in atto le indicazioni registiche ed eseguire con precisione il ruolo assegnato.
Gestire i compiti affidati e saperli integrare con quelli dei colleghi per il raggiungimento di obiettivi comuni prestabiliti.
Immedesimarsi in un personaggio conservando la propria integrità.
Inserirsi nel sistema produttivo rispettando i diversi gradi di responsabilità e le svariate funzioni di personale e/o strumentazioni.
Stabilire rapporti professionali.
Riconoscere la ricerca come una forma di conoscenza, raccolta e riflessione, usando i riferimenti trovati come spinte per nuove idee e estetiche;
Essere capaci di dibattere e riflettere sui propri processi artistici in modo articolato;
Avere risorse personali per presentare soluzioni creative, nella propria specifica area, come elemento dell’intera produzione.

Progetto Formativo della Scuola Formazione Attore

3) Autonomia di giudizio (making judgements)
Saper giudicare una proposta lavorativa, gli obbiettivi che si propone la produzione e le condizioni contrattuali.
Saper valutare il ruolo attoriale che viene offerto, le competenze richieste e le responsabilità interpretative che ne conseguono.
Dialogare in modo costruttivo con la regia e la produzione, rispettando i propri doveri e sapendo far valere i propri diritti con equilibrio.
Capacità di intervenire in contesti educativi e artistici come animatori teatrali dimostrando maturità pedagogica e competenza artistica.

scuola formazione attore

4) Abilità comunicative (communication skills)
Presentarsi ad un provino gestendo in modo adeguato la situazione.
Stabilire un rapporto corretto ed efficace con le maestranze e i colleghi di una produzione.
Dimostrare di saper lavorare in gruppo, gestendo la discussione in modo costruttivo e riuscendo a superare tensioni.
Comprendere ed esprimersi scioltamente in lingua inglese.
Utilizzare gli strumenti di comunicazione per promuovere la propria figura professionale.
Nelle attività di animazione teatrale con minori stabilire un appropriato rapporto educativo.

5) Capacità di apprendimento (learning skills)
Nel triennio gli studenti devono sviluppare un metodo di studio e lavoro che consenta loro di affrontare percorsi formativi di secondo livello.
In particolare avranno esercitato la lettura di un testo destinato alla rappresentazione teatrale o cinematografica sapendo interpretare i contenuti drammaturgici e le didascalie; sapranno leggere uno spartito musicale e riconoscere a prima vista la melodia; sapranno comprendere le indicazioni del coreografo mettendole immediatamente in atto.
Gli studenti sapranno accogliere le indicazioni di regista e suoi collaboratori, trasponendo sulla scena quanto viene loro richiesto.
Saranno in grado di rielaborare le esperienze che affronteranno in campo professionale collocando le nuove informazioni dentro un quadro complessivo che è la propria figura artistica.
Saranno in grado di sopportare le frustrazioni derivanti dai provini non superati o dagli insuccessi lavorativi.