La Pamela Nubile di Carlo Goldoni | Trama ragionata

pamela nubile

La Pamela Nubile di Carlo Goldoni è un’opera facente parte dell’anno delle sedici commedie e quindi rappresentata per la prima volta la Primavera dell’anno 1750, a Mantova.
È tratta dal celebre romanzo inglese “Pamela or Virtue Rewarded” di Samuel Richardson, pubblicato nel 1741.
La trama della commedia e del romanzo differiscono, ma entrambi trattano della travagliata storia d’amore tra il nobile Milord Bonfil e Pamela, la cameriera della defunta madre di Bonfil. Il tema principale è la virtù di Pamela, che nonostante sia innamorata di Bonfil, continua a mantenere il suo onore e non cede alle avance del padrone, fin quando non si scoprirà che ella è in realtà di origine nobile e i due si sposeranno. È proprio qui la differenza con il romanzo inglese, dove invece i due innamorati superano i pregiudizi dell’epoca e si sposano nonostante Pamela sia e rimanga una cameriera di Lord Bonfil. Questo cambio di trama ha portato Goldoni ad essere molto criticato e proprio per questo egli scrisse una breve prefazione all’opera, giustificando le sue scelte.
La commedia è divisa in tre atti, composti rispettivamente da 20, 16 e 17 scene.
Il personaggio di Milord Bonfil compare in 33 scene ed è quindi il più presente all’interno della commedia,
subito dopo vi è Pamela, che compare in 24 scene e ha 296 battute.

La scena si rappresenta in Londra, in casa di Milord Bonfil, in una camera con varie porte.

PERSONAGGI

MILORD BONFIL
MILEDI DAURE (sorella di Bonfil)
IL CAVALIERE ERNOLD (nipote di Miledi Daure)
MILORD ARTUR
MILORD COUBRECH
PAMELA (cameriera della defunta madre di Bonfil)
ANDREUVE (vecchio padre di Pamela)
MADAME JEVRE (governante)
MONSIEUR LONGMAN (maggiordomo)
MONSIEUR VILLIOME (segretario)
ISACCO (cameriere)

ATTO PRIMO

SCENA PRIMA
Si presentano i personaggi di Pamela e di Madame Jevre. È da poco mancata la padrona di Pamela e dovrà occuparsi d’ora in poi di Milord Bonfil, tra le righe si comprende che ha per lui un debole.
SCENA SECONDA
Monologo di Pamela che scrive a suo padre e si domanda nel mentre se il padrone la tratti in maniera gentile solo perché la defunta madre era a lei affezionata.
SCENA TERZA
Entra in scena Milord Bonfil, che ordina a Pamela di fargli leggere la lettera che sta mandando al padre e scopre che sta scrivendo anche di lui. Bonfil le dona un anello della madre e mette in imbarazzo Pamela.
SCENA QUARTA
Madama Jevre e Bonfil in scena, Bonfil le confessa di amare Pamela, ma dice di non volerla sposare.
SCENA QUINTA
Monologo di Pamela che fantastica su Milord Bonfil, pensando che se fra di loro non vi fosse una diversità di ceto si potrebbero sposare.
SCENA SESTA
Bonfil e Pamela hanno un dialogo e Bonfil le confessa il suo amore e cerca di farla sua, ma Pamela gli ricorda la sua virtù e che ciò che la contraddistingue e allo stesso rende uguali lei ed il suo padrone è il suo onore e la sua onestà, accetta quindi di andarsene dal suo servizio e di andare a lavorare per sua sorella Miledi Daure.
SETTIMA SCENA
Jevre e Bonfil hanno una discussione e la governante dice che Pamela è troppo onesta per il padrone e che se lui non vuole sposarla converrebbe lasciarla andare a vivere con Miledi Daure.
OTTAVA SCENA
Miledi Daure viene ricevuta da Bonfil che è però pensieroso, Miledi capisce che è per colpa di Pamela e non ne è felice.
NONA SCENA
Monsieur Villome, Bonfil e Miledi Daure sono in scena, Miledi Daure e Bonfil si accordano per fare andare Pamela da Miledi.
DECIMA SCENA
Si vede per la prima volta Isacco, il cameriere.
UNDICESIMA SCENA
Monsieur Longman, il maggiordomo, e Bonfil in scena. Si apprende che Pamela andrà dalla sorella e che questa pare essere molto sgradevole con la servitù e che Monsieur Longman è innamorato di Pamela.
DODICESIMA SCENA
Bonfil è attanagliato dai dubbi su cosa fare con Pamela, in scena vi è anche Isacco che annuncia l’arrivo di Milord Artur.
TREDICESIMA SCENA
Lunga conversazione tra Bonfil e Artur, dove Bonfil cerca di trovare consiglio sulla situazione sentimentale, senza però dire che è veramente lui parte di questa problematica amorosa. L’amico esprime la sua opinione cercando di convincerlo che la cosa più importante per un uomo è mantenere il suo status, in modo che anche i suoi figli ne possano godere.
QUATTORDICESIMA SCENA
Bonfil e Artur prendono il tè e introducono la figura del Cavaliere Ernold, di ritorno in Inghilterra dopo 5 anni di viaggio.
QUINDICESIMA SCENA
Milord Coubrech, Artur e Bonfil chiacchieriano circa il Cavaliere Ernold e Coubrech dice che è decisamente logorroico dopo il suo ritorno.
SEDICESIMA SCENA
Il cavaliere Ernold racconta delle sue avventure in giro per l’Europa e ci sono anche riferimenti nei confronti della commedia Italiana e delle maschere.
DICIASSETTESIMA SCENA
Pamela pensa fra sè e sè che la sua onestà sua a rischio in casa di Milord Bonfil e che l’unica opzione è per lei quella di andarsene.
DICIOTTESIMA SCENA
Monsieur Longman e Pamela parlano, Longman cerca di iniziare un discorso sul matrimonio con Pamela e di proporsi a lei, ma arriva gente e si distaccano, le fa promettere di non andarsene dalla casa senza aver prima parlato con lui.
DICIANNOVESIMA SCENA
Miledi Daure, Pamela e Madama Jevre discorrono, Miledi ordina a Pamela di prepararsi e di andare via, Pamela vuole invece almeno salutare il suo padrone.
VENTESIMA SCENA
Milord Bonfil viene meno alla parola data alla sorella e ordina a Pamela di non andarsene, i due discutono e sono entrambi molto adirati.

ATTO SECONDO

PRIMA SCENA
Bonfil e Isacco in scena, Bonfil pensa alla povera Pamela e a come non possa nè sposarla, nè fare a meno di lei, nel frattempo è annunciato l’arrivo di Artur.
SCENA SECONDA
Finalmente Bonfil confessa ad Artur tutta la sua passione per Pamela ed egli continua a ricordargli l’importanza del suo nome e della sua discendenza, comprende che Pamela sia una donna bella e buona e consiglia quindi a Bonfil di andare con lui subito villeggiatura e di dare una dote a Pamela e di cercarle marito. Bonfil ringrazia l’amico per i consigli, accetta, ma è pur sempre disperato.
SCENA TERZA
Dialogo tra Bonfil e Longman. Longman chiede il permesso a Bonfil di chiedere la mano di Pamela, ma quest’ultimo nega il diritto a Longman, rendendosi conto che vedere una qualsiasi altra persona sposare Pamela lo renderebbe folle e accecato dalla gelosia.
SCENA QUARTA
Bonfil chiede a Madame Jevre di condurre da lui Pamela, che è ora nella sua stanza, scossa dalla rabbia di Bonfil.
SCENA QUINTA
In scena vi sono Madame Jevre, Pamela e Bonfil. Bonfil informa Pamela della sua volontà di farla maritare e lei, essendo una buona serva, accetta senza tentennamento. In un secondo momento lei riesce a dire ciò che vorrebbe in realtà, essendo che non può rimanere nella casa di Bonfil, e cioè di tornare a vivere libera dalla sua povera famiglia. Bonfil accetta e decide di dare la dote che avrebbe dato al marito, al padre di Pamela e di farla partire prontamente la mattina dopo.
SCENA SESTA
Madame Jevre, Isacco, Bonfil e Pamela in scena, Isacco annuncia l’arrivo di Milord Artur e Bonfil, Pamela se ne va dalla scena con cuore affranto insieme a Madame Jevre.
SCENA SETTIMA
Milord Artur e Bonfil, Artur cerca di convincere Bonfil a partire subito per la villeggiatura, in modo da distoglierlo dalla sua situazione amorosa, Bonfil prima cerca di tergiversare, poi accetta e
chiama Madame Jevre.
SCENA OTTAVA
Bonfil e Madame Jevre. Bonfil ordina a Madame Jevre di non far partire Pamela fino al suo ritorno, che sarà dopo tre giorni e parte con Milord Artur.
SCENA NONA
Pamela e Madame Jevre. Madame Jevre dice a Pamela che Bonfil sta partendo e che vuole che lei lo aspetti fino al suo ritorno.
SCENA DECIMA
Isacco, Pamela e Jevre. Isacco annuncia l’arrivo di Miledi Daure.
SCENA UNDICESIMA
Madame Jevre, Pamela e Miledi Daure. Miledi Daure ordina a Pamela di seguirla e di andare a lavorare da lei, Pamela è molto restia, sia poiché è stato deciso che avrebbe fatto ritorno dal padre,
sia perché le è stato ordinato dal padrone di attendere il suo ritorno.
SCENA DODICESIMA
Miledi Daure, Pamela e Cavaliere Ernold. Il cavaliere è attratto da Pamela e la importuna, prendendola a male parole e offrendole Ghinee in cambio del suo onore, ma Pamela non accetta e
si mette ad urlare cercando aiuto.
SCENA TREDICESIMA
Miledi Daure, Madame Jevre, Pamela e Cavaliere Ernold. Madame Jevre corre in aiuto a Pamela, Miledi Daure e Cavaliere continuano ad insistere che Pamela li segua nella loro dimora.
SCENA QUATTORDICESIMA
Isacco, Pamela, Madame Jevre, Miledi Daure. Isacco annuncia il ritorno improvviso del padrone a causa di uno svenimento e così Pamela esprime in un monologo il suo disappunto nei confronti del Cavaliere Ernold.
SCENA QUINDICESIMA
Miledi Daure e Cavaliere Ernold. Un piccolo dialogo fra loro, dove si comprende nuovamente la paura di Miledi che il fratello sposi Pamela e la posizione a favore di questa unione da parte del
Cavaliere, che ha già visto nei suoi viaggi matrimoni tra persone di rango differente.
SCENA SEDICESIMA
Monologo di Miledi Daure che è sconvolta dal fatto che suo nipote si comporterebbe ancora peggio di suo fratello ed esprime la sua volontà di uccidere Pamela se egli persiste.

ATTO TERZO

SCENA PRIMA
Bonfil, Jevre, Isacco. Bonfil apprende di ciò che è accaduto tra Pamela e il Cavaliere ed adirato gli giura la morte.
SCENA SECONDA
Milord Artur e Bonfil. Artur cerca di calmare Bonfil e fargli capire che per quanto il Cavaliere gli abbia mancato di rispetto nella sua casa, la profonda rabbia che lui prova è perché ha mancato di
rispetto a Pamela, di cui è innamorato.
SCENA TERZA
Madame Jevre, Bonfil e Artur. Bonfil va in ricerca del cavaliere, ma egli è partito perché ha saputo dell’ira di Bonfil. Bonfil è sempre più consumato dall’amore e si domanda perché esistano queste
differenze fra gli uomini e dice che se fossero tutti uguali sarebbe un mondo assai migliore.
SCENA QUARTA
Pamela e Andreuve. Dialogo tra Pamela e suo padre, che non si vedono da moltissimo tempo, egli le racconta della vita della sua famiglia e delle condizioni della madre, che è molto debole e vecchia. Annuncia poi che dovrà rivelarle un segreto che le ha da sempre tenuto nascosto.
SCENA QUINTA
Pamela, Bonfil e Andreuve. Bonfil domanda il perché il padre rivoglia in famiglia Pamela e poi ordina a lei di ritirarsi per poter parlare con lui.
SCENA SESTA
Bonfil e Andreuve. Andreuve racconta che hanno bisogno di Pamela perché lui e sua moglie sono vecchiarelli e l’aiuto di Pamela sarebbe essenziale per loro. Bonfil racconta del suo amore per
Pamela ed il padre comprende che il suo amore è genuino, si decide quindi di mettere in pericolo la sua vita e di raccontare il suo segreto. Andreuve è in realtà il Conte di Auspingh, un ribelle della
corona Britannica che trent’anni prima è scappato per mettere in salvo la sua vita, fa vedere a Bonfil tutti i certificati che attestano la sua nobiltà e delle missive che fanno inoltre apprendere della sua conoscenza con il padre di Milord Artur. Bonfil venendo a conoscenza della natura nobile di Pamela promette di proteggere Andreuve e si decide immediatamente a sposarla.
SCENA SETTIMA
Pamela e Jevre. Ignare le due si danno un tenero addio.
SCENA OTTAVA
Monsieur Longman, Madame Jevre e Pamela. Monsieur Longman si propone di sposare Pamela piuttosto che vederla partire, Madame Jevre spera che ella dica di sì.
SCENA NONA
Bonfil, Jevre e Pamela. Bonfil si burla di Pamela e annuncia a lei e a Madame Jevre che quella stessa notte sposerà la Contessa di Auspingh e loro accettano la notizia, ma sconvolte da questo
matrimonio repentino.
SCENA DECIMA
Milord Bonfil e Pamela. Milord Bonfil annuncia a Pamela che è lei la Contessa di Auspingh e lei non ci può credere.
SCENA UNDICESIMA
Pamela, Andreuve e Milord Bonfil. Pamela chiede conferma al padre, che tutto le confessa. Pamela non può essere più incredula e felice.
SCENA DODICESIMA
Isacco, Milord Artur, Milord Bonfil. Bonfil racconta della sua scopera e del Conte di Auspingh amico di suo padre. Si riprende il discorso sul Cavaliere Ernold, che ha mancato di rispetto a Pamela.
SCENA TREDICESIMA
Isacco, Bonfil, Miledi Daure, Milord Artur. Milord Bonfil annuncia il suo matrimonio con la Contessa di Auspingh e Miledi Daure si congratula con il fratello, contenta di essersi finalmente liberata della cameriera.
SCENA QUATTORDICESIMA
Milord Artur, Pamela, Miledi Daure e Bonfil. Milord Bonfil annuncia alla sorella che la Contessa di Auspingh è Pamela e che è dunque lei la sua sposa. Pamela essendo buona e virtuosa perdona le
offese di Miledi Daure e del Cavaliere.
SCENA QUINDICESIMA
Monsieur Longma, Bonfil e Isacco. Bonfil annuncia che Pamela sarà la sua padrona ed egli è felice di cuore.
SCENA SEDICESIMA
Madame Jevre e Pamela. Jevre si congratula con Pamela ed ella le dice che l’amerà sempre come una madre.
SCENA DICIASSETTESIMA
Cavaliere Ernold, Bonfil e Pamela. Il Cavaliere si congratula con Pamela ed egli lo perdona, infine Pamela dice che ama le sue origini e ringrazia la virtù, che sempre aiuta nella vita.

(SFA, “Storia del Teatro” – Relazione a cura di Alessia Liffredo)

Related Posts

Leave a Reply