fbpx

Tag

Mario Restagno
vivere in scena
“Vivere in scena” è un concetto si cui abbiamo riflettuto affrontando le pagine 163-166 de “Il Lavoro dell’Attore su se stesso”  di K. S. Stanislavskij. Il fatto fondamentale, in quanto abbiamo visto oggi, è che in quel momento, voi non eravate sul palcoscenico, nell’appartamentino di Marija, non recitavate, ma vivevate. Avete veramente vissuto in quella...
Read More
immaginare come bambini
“Immaginare come bambini” è un consiglio che Stanislavskij dà ai giovani attori. L’abbiamo trovato nel capitolo V del testo Il lavoro dell’attore su se stesso che stiamo studiando con il nostro direttore. Ecco come abbiamo svolto la riflessione in classe. Convincere lo spettatore L’attore è colui che interpreta altro da sé ed è sottointeso che...
Read More
densità di vita
La densità di vita è stato il tema di questa lezione. Abbiamo esaminato con il nostro direttore le pagine 161-162-163 de Il Lavoro dell’attore su se stesso di K. Stanislavskij. Il denaro bruciato e il gobbo In queste pagine l’autore ci ripropone la scena del “denaro bruciato”. La scena era stata proposta da Torcov nel...
Read More
recitare è agire
Recitare è agire è l’argomento che  Stanislavskij affronta nel nuovo paragrafo del III capitolo de Il lavoro dell’attore su se stesso. Torcov dice ai suoi allievi: “Tutto quello che succede in scena deve avere uno scopo. Anche sedere, deve avere uno scopo che non è quello di farsi ammirare dal pubblico. Non è facile e...
Read More
il ruolo dell'immaginazione
Il ruolo dell’immaginazione è l’argomento che abbiamo affrontato durante la lezione del primo marzo con il nostro direttore. Stanislavskij tratta questo argomento a pagina 146 e seguenti del testo Il Lavoro dell’attore su se stesso. L’attore in scena compie azioni fisiche che devono essere logiche e coerenti per apparire convincenti al pubblico. Quando non ha...
Read More
1 2 3 8
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Chatta con Giulietta